Il cloud generator di Rosario Marcianò, nuova pista agro-pastorale contro i poteri forti

In un recente video che riprenderebbe un apparecchio per irrorare nuvole Rosario Marcianò vomita tutta la sua bile contro la “disastrosa RAI”, parlando di quella che secondo lui è la prova dell’utilizzo di “Cloud generator” (generatori di nuvole), da parte dei poteri forti.

Sotto l’egida del tandem Boldrini-Fedeli, inasprisce la sua crociata contro l’informazione indipendente. In un recente servizio con infinita improntitudine osa bollare come “fake news” (notizia priva di fondamento) e “disinformazione” un fatto incontestabile, ossia l’esistenza della macchina della pioggia, impiegata dalla N.A.S.A., ma basata su un brevetto sovietico. Anche fonti ufficiali lo dimostrano! Il video testimonia che la RAI ed il negazionismo partoriscono fandonie senza sosta: la verità è SEMPRE il contrario di quanto i media di regime affermano. Se conosci il negazionismo, lo eviti…

Brevetti sovietici e inseminazione artificiale delle nuvole

Quando parla del cosiddetto brevetto sovietico probabilmente il geometer di Sanremo fa riferimento a un genere di fonti alle quali ci ha abituati da tempo: un video caricato da qualcuno, in una piattaforma sgrausa per la condivisione di filmati. Parliamo della “Russian Military Smoke Machine”, meglio nota come TMS-65 ed è stata utilizzata dall’esercito russo a scopo di decontaminazione. Questa viene invece presentata dai cospirazionisti come prova delle operazioni di geoingegneria in giro nel Mondo. Per quanto riguarda i precedenti di Rosario nel mirabolante Mondo delle macchine per generare nuvole ed eventualmente far piovere, vi rimando ad un articolo precedente.

Scie chimiche e pesticidi. Bene, adesso sappiamo che il sedicente brevetto sovietico altro non è che una strategia militare a scopo di decontaminazione. Possiamo tornare al video postato da Marcianò. L’utente Robertas Mackevicius lo caricò l’anno scorso. La risposta a questo misterioso enigma è tenuta nascosta dalla Cia (Confederazione italiana agricoltori), si tratta infatti molto probabilmente di un mezzo che rilascia del pesticida. Esistono diversi esempi in Rete. Nella mia ricerca ho trovato anche il catalogo online di una società cinese che produce un  genere simile di mezzi.

Sempre più vicini a scovare il trattore assassino

Tuttavia non sono riuscito a trovare il modello corrispondente a quello che si vede in video ripreso da un drone. Così ho postato quanto ero riuscito a trovare sul forum MetaBunk, nella speranza di trovare qualche esperto che potesse illuminarmi. E così è stato. Anche Mick West (amministratore del forum) si era occupato nel 2016 di cloud generator e misteriosi mezzi militari, che se ne servirebbero chissà a quale scopo. L’admin Trailblazer riesce a trovare un video molto interessante dove il pesticida rilasciato da un mezzo agricolo forma lo stesso tipo di “nuvolone”. Tuttavia il solo pensiero che un misterioso “trattore” possa ancora nuocere alle nostre vite senza essere identificato mi fa venire i brividi. Dal momento che non conosciamo l’ubicazione a cui fa riferimento il video, né la data, non è da escludere che si tratti sempre della originaria operazione dei militari russi a scopo di decontaminazione, come spiega Daniel Puente in un articolo del 2016 su Bufale.net. Meno male che il geometer sanremese veglia su di noi.

Ti potrebbero interessare anche...

Commenti

commenti

Precedente Emma Bonino e gli aborti clandestini, torna la macchina del fango anti-abortista Successivo La chemioterapia NON diffonde il cancro, nessuno studio lo ha dimostrato